wp-image-577581542jpg.jpg

Per lavoro ho a che fare con i manoscritti altrui. Leggo fortissimo e scrivo ovunque. Da qualcuno sono stata definita una “pusher di libri”.

Riesco a fidarmi poco di chi legge solo young adult o solo casi editoriali o solo thriller. Mi fido ancora meno di chi non legge affatto.

Un brutto libro è sempre meglio di nessun libro.

 

11 non riguarda solo i libri, ma tutto il mondo che gira intorno ad essi.

Si ricevono con contentezza le comunicazioni da parte di aziende, case editrici, lettrici, lettori e si accettano con umiltà le critiche, se costruttive.